Facebook Latitidine 40
vivere alle canarie

Vivere alle Canarie: l’intervista a Paola e Angelo

Vivere alle Canarie: l’intervista a Paola e Angelo

Lanzarote è lisola vulcanica più nord-orientale dellarcipelago delle Isole Canarie. Suggestiva e magica grazie ai suoi colori e al suo paesaggio quasi lunare, viene scelta da molti turisti italiani come meta per le proprie vacanze. Qualcuno poi decide di eleggerla come nuova residenza e di trasferirsi. Questa è la storia di Paola, Angelo e il piccolo Rocco che hanno deciso di vivere alle Canarie e precisamente in questa splendida isola, dove la natura selvaggia ed incontaminata la fa ancora da padrona.

Paola gestisce appartamenti (VIOLETarrieta) che vengono affittati ai turisti che scelgono di fare una vacanza diversa dal solito all inclusivee realizza una propria linea di Ponchos, VioletadelmarAngelo, invece, dopo aver venduto insieme ai sui soci il Plus One Gym Concept di Milano, continua anche qui sullisola la sua attività come personal trainer lavorando con turisti e residenti che vogliono praticare sport. Si dedica all’ IRONMAN, sua passione da sempre e sport molto seguito qui a Lanzarote. Inoltre ha creato Person-all, un sito dove propone una nuova idea di vacanze-fitness.

Da quanto tempo vivete a Lanzarote?

Viviamo alle Canarie da 3 anni, di cui quasi uno a Lanzarote ad Arrieta e i due precedenti a Las Palmas (Gran Canaria).

Come mai avete deciso di mollare tutto e cambiare vita?

Nella vita abbiamo viaggiato un po’ anche prima di conoscerci, a volte tornando a Milano ci domandavamo se valeva la pena vivere aspettando di vivere”. Poi, un giorno si è presentata la situazione giusta: entrambi senza un lavoro fisso, il sistema in crisi, stanchi della solita routine e soprattutto l’arrivo di Rocco (nostro figlio che ora ha 6 anni) . Abbiamo pensato…ora o mai più!

Quali sono stati i dubbi iniziali? E c’è mai stato un momento in cui avete pensato: ma chi me lha fatto fare?

I dubbi sono stati e sono tuttora molti. Abbandonare il tuo paese da adulti è un po’ dura quando non hai un lavoro che ti aspetta o una pensione che ti garantiscono un futuro sicuro, ma se si prova a cambiare (quando lo si desidera), il rischio è di ‘vivere la vita di un altro’. Però no, non abbiamo pensato ma chi ce l’ha fatto fare…soprattutto guardando la qualità di vita che stiamo regalando a Rocco.

Chi decide di vivere su unisola come Lanzarote che cosa si aspetta di trovare?

Ci si deve dimenticare di mostre ed eventi artistici internazionali da poter scegliere ogni settimana, di teatri, di concerti, di serate, di un’ intensa vita sociale, di un aperitivo alla  ‘milanese’ o di poter far shopping. Qui trovi le meraviglie di Cesar Marnique, come i Jameos de Agua, vulcani, cieli pieni di stelle, un sole che ti scalda il cuore quasi ogni giorno e territori incontaminati nel bel mezzo di un oceano poderoso. Insomma, quello che a casa era fondamentale spesso qui perde di significato e lascia spazio alla natura, forte, dura e maestosa che arricchisce.

A livello scolastico e a livello sanitario quali sono i pro e contro rispetto allItalia?

La scuola è di buon livello come nel resto della Spagna, è ricca di materie e attività, però a Lanzarote manca l’universitàIl sistema sanitario è come il nostro, però da straniero residente, o hai in assicurazione privata,o sei tutelato solo se lavori o sei in possesso di una rendita o pensione.

Cosa vi manca dellItalia?

Le nostre radici: la famiglia, gli amici, alcune abitudini e talvolta un po’ di ‘stile’ a cui purtroppo siamo ancora troppo legati!!

Che cosa consigliereste ad un italiano che intende compiere questo importante passo e trasferirsi alle Canarie?

Chiedersi chi è e quindi cosa cerca.